Diari dal Sud

/**/

Cooperativa Nuevo Horizonte

Cooperativa Nuevo Horizonte

Nella Cooperativa guatemalteca Nuevo Horizonte (Petén) il  dicembre del 2014 verrà ricordato per molto

tempo per i successi ottenuti dai tanti anni di lotta pacifica per la rivendicazione al diritto alla terra che

questa comunità da più di 15 anni porta avanti instancabilmente ogni giorno.

articolo foto 1 (1)In Guatemala una delle ragioni dell’accrescere del conflitto Armato Interno è stato l’intensivo

esproprio della terra realizzato negli anni Ottanta, da parte dei grandi proprietari terrieri e dagli

ufficiali dell’esercito, a danno dei contadini. Il tutto accompagnato dai più feroci massacri.

Milioni di persone sono state costrette a difendersi con le armi e lottare per una giustizia sociale e

questo ha costretto le famiglie, che nel 1998 fondarono la Cooperativa Nuevo Horizonte, ad essere

protagoniste dei  36 anni di lotta armata che hanno insanguinato il Paese.

Con la fine della guerra la speranza di molti era vedersi restituire quelle terre che con la violenza

erano stati costretti ad abbandonare e che per 17 anni li aveva costretti in uno stato di privazione

totale nell’inospitale selva Centro Americana.

Nonostante le belle “parole” dei trattati di pace, il 1998 per la Cooperativa Nuevo Horizonte l’unico

modo per ottenere una terra su cui vivere fu farsi carico di un debito con la banca di Q.

3,300,000.00 (euro 348655.14) con un interesse del 12% ed un tempo limite di 10 anni per la sua

restituzione. Una richiesta esorbitante per una terra paludosa priva di ogni servizio, inadeguata per accogliere le famiglie che fondarono la Cooperativa, questa era la terra che riuscirono ad acquistare.

Senza soldi, senza cibo, senza nulla iniziò una dura costruzione che solo grazie allo spirito del

lavoro comunitario e volontario e grazie alla solidarietà internazionale, anno dopo anno, ha portato

al risultato odierno.

Nonostante il pesante debito con la banca, le priorità della Cooperativa furono: assicurare la

sovranità alimentare attraverso la diversificazione alimentare, l’educazione, case per tutti, assicurare

l’assistenza sanitaria, trasformazione della palude in una terra ricca di flora e fauna, creazione di uno

modello stabile di organizzazione comunitaria e di  un piano strategico per i successivi 10 anni, tutto

ciò senza nessun aiuto pubblico e senza nessuna agevolazione sui debiti contratti.

Il debito, con l’altissimo tasso d’interesse, doveva essere estinto entro il 2008 ma il suo pagamento

non era la priorità, di vitale importanza era garantire la prosperità sociale della Comunità e dei suoi

Così oltre il debito e gli interessi cresceva anche la mora.

Dopo lunghi mesi di negoziazione con la banca e il fondo della terra guatemalteco, la Cooperativa è

arrivata ad un giorno storico. Ha ottenuto l’annullamento del 100% della mora e del 99% degli

interessi grazie al fatto che è stato riconosciuto alla Cooperativa l’impegno e l’investimento

realizzato in questi anni a beneficio dell’intera comunità.

Nuevo Horizonte ci ha insegnato che la vita ha maggior valore dei soldi, dove la terra non è di

nessuno ma si ha solo in prestito dalle generazioni future.

Anche noi  di AMKA vogliamo ricordare il raggiungimento dell’obiettivo di estinguere il debito per il pagamento del debito della terra,  un sogno che si e’ realizzato e ci da speranza per un futuro più giusto.

DONATELLA FERRARO

 

Lascia un messaggio

*Name

e-Mail * (will not be published)

Sito web